Master Triennale in Counseling

Il modello teorico ArKa

L'associazione ArKa propone il Master in Counseling Pluralistico Integrato (riconosciuto da AssoCounseling - CERT-0099-2013).

Per introdurre il nostro modello possiamo pensare al counselor come ad un artigiano della relazione.
Come un artigiano, infatti, il counselor si distingue per una conoscenza applicativa di una metodologia specifica di gestione della relazione d'aiuto. Mette mano nell'impasto materico e vivo dell'esperienza dell'incontro, seguendo quanto emerge e ricercando nuove forme, con stile personale e tocco irreplicabile.
Un lavoro fatto di presenza attiva all'altro, di contemplazione ricettiva alle possibilità emergenti per arrivare all'atto creativo. Atto responsabile, scelto, trasformativo, che lascia traccia in sé, nell'Altro da sé e nel mondo.
Dall'incontro, ognuno può tornare a sé trasformato.

GLI INGREDIENTI DELLA NOSTRA FORMAZIONE
*Attenzione agli aspetti di consapevolezza e neutralità, attraverso la meditazione
*Crescita personale individualizzata
*Modello teorico inteso come approccio multidisciplinare e transteorico al processo relazionale
*Tecnica come competenza in divenire di capacità empatica, riflessiva, comunicativa e relazionale.

La formazione in counseling è esito del processo maturativo armonico di conoscenza, competenza e consapevolezza personale.

Compito fondamentale del counselor è accompagnare e sostenere l'altro affinché, da una situazione identificata come problema e quindi dall'apertura di uno stato avvertito come “crisi”, si possa giungere ad un posizionamento differente ed evolutivo rispetto alla stessa.

Un superamento quindi che porti in sé un arricchimento personale ed una crescita individuale.

Questo processo avviene non per semplice empatia, per diverse comprensioni, che pure sono parte attiva del percorso: si verifica perché viene attuata una precisa modalità di stare in relazione che facilita lo sviluppo di questo processo.

Nel nostro modello è fondamentale l'acquisizione di questa competenza metodologica, intesa come capacità di STARE, COMPRENDERE, CAPIRE e DIREZIONARE il processo di counseling.

In questo senso l'acquisizione della metodologia è espressione di un connubio formativo dove sapere tecnico, teorico e maturazione personale del counselor trovano espressione.

I PRESUPPOSTI TEORICI
*una visione olistica dell'individuo, come entità integrata di corpo, cuore, mente e spirito.
*l'intervento di counseling come relazione con finalità e metodologie specifiche, la cui gestione richiede padronanza dei modelli concettuali e di prassi operative coerenti e orientate alla promozione dei processi di cambiamento.
*la possibilità di utilizzare diversi approcci teorici e tecniche di intervento, congruenti con la visione dell'uomo e pertinenti rispetto alla metodologia ed alla finalità del processo di counseling, in maniera flessibile, aperta e a sostegno del processo di autoderminazione della persona.

Tutte le info in breve

Struttura del triennio

Programma delle tre annualità

Criteri di scelta - Tabella sinottica

Modalità di iscrizione